Home SSPA

La rete dei Direttori degli Istituti e delle Scuole della Pubblica Amministrazione (DISPA)

Quando è stata istituita

In seguito agli storici eventi del 1989, le pubbliche amministrazioni dell'Europa riunificata hanno deciso di creare una serie di reti per la cooperazione reciproca e lo scambio di buone pratiche e di esperienze. La più importante tra queste è la "Rete europea della pubblica amministrazione" (EUPAN), composta dai direttori generali della pubblica amministrazione degli Stati membri. Nel maggio del 1995 è stato deciso, in occasione di una riunione dell'EUPAN promossa dalla presidenza francese, di incaricare i direttori degli istituti e delle scuole della pubblica amministrazione di organizzare un incontro tra di loro verso la fine dell'anno. L'incontro si è svolto il 27 ottobre del 1995 presso l'Istituto europeo di amministrazione pubblica (EIPA) a Maastricht e vi hanno partecipato i direttori delle scuole dell'UE e dei paesi dell'Europa centrale e orientale.

Come è organizzata

Sin dall'inizio la rete è stata organizzata su base puramente informale, senza alcun obbligo di partecipazione dei direttori, sebbene molti di essi vi prendano parte. Con il passare del tempo sono aumentati gli scambi di idee, oltre che la varietà dei temi affrontati, e gli incontri hanno assunto una cadenza più regolare. Dal 1997 è prassi comune che lo Stato membro che detiene la presidenza di turno dell'UE organizzi una riunione della DISPA. A partire dalla presidenza tedesca del 2007, le riunioni sono state solitamente preparate da una "troika" composta dalle scuole del paese incaricato della presidenza di turno, del suo predecessore e dei due successori. Anche la Scuola europea di amministrazione partecipa, in particolare per coordinare le attività della rete e garantire la continuità. La DISPA mantiene rapporti informali con l'EUPAN senza far parte delle sue strutture formali.

Chi partecipa

La rete si è inevitabilmente ampliata con i successivi allargamenti dell'UE. Oltre ai direttori delle scuole dell'UE, partecipano, ove opportuno, anche i direttori dei paesi limitrofi. Sono inoltre rappresentate l'EIPA, la Commissione europea e, dalla sua creazione nel 2005, la Scuola europea di amministrazione. Gli istituti e le scuole sono molto diversi in termini di ruolo, status, mandato e finanziamenti: vanno dalle organizzazioni commerciali o semicommerciali alle scuole che formano parte integrante della struttura di governo. Questa varietà non riduce tuttavia l'utilità della cooperazione tra i membri (che in molti casi è considerevole), né incide sulle dinamiche della rete.

Cosa fa

Attraverso lo scambio di buone pratiche e di esperienze che caratterizza le riunioni della DISPA, i membri hanno potuto avviare una serie di attività congiunte su base ad hoc o permanente; hanno inoltre commissionato studi, elaborato programmi comuni di formazione, offerto tirocini, ecc. Tra gli argomenti principali affrontati nel corso delle riunioni figurano: la riforma del servizio pubblico, percorsi di apprendimento e sviluppo per alti dirigenti e rappresentanti, nuovi metodi di formazione, etica del servizio pubblico, valutazione dell'impatto dei programmi di formazione e sviluppo.

Il manifesto di Strasburgo

Nel 2008, sotto la presidenza francese, la rete ha adottato questo "manifesto" con l'obiettivo di delineare un percorso comune per le sue attività future. I suoi membri si sono impegnati ad attuare un approccio più sistematico in sede operativa, soprattutto a fronte dei mutamenti cui va incontro la pubblica amministrazione, della graduale scomparsa della distinzione tra settore pubblico e privato, del crescente ricambio del personale per cause demografiche e occupazionali, delle maggiori aspettative dei cittadini nei confronti dei governi e delle amministrazioni e del nuovo ruolo svolto dagli alti dirigenti in un clima economico e sociale in rapida evoluzione.

La risoluzione di Budapest/Varsavia

Prendendo spunto dal nuovo impulso conferito dal manifesto di Strasburgo, i membri della rete hanno deciso di rafforzare la loro cooperazione in maniera decisamente pratica, come descritto nella risoluzione emersa dalle riunioni organizzate sotto la presidenza ungherese e quella polacca. La riunione che si terrà nel maggio del 2012 sottola presidenza danese elaborerà un piano d'azione più dettagliato per l'attuazione di tali idee.

Il trattato di Lisbona

Il trattato di Lisbona sottolinea ancora di più l'importanza del ruolo svolto dalla DISPA, introducendo il concetto di "cooperazione amministrativa" per incoraggiare le istituzioni dell'UE e gli Stati membri a rafforzare la loro collaborazione, e citando in particolare le azioni comuni di formazione come strumento efficace a tal fine.

Informazioni di contatto

Scuola Nazionale dell'Amministrazione
Via dei Robilant n. 11 - 00135 Roma
Tel: (+39) 06 335651