Contenuto pagina

Presupposti normativi

L'art. 117 della Costituzione, pur confermando la potestà legislativa esclusiva dello Stato in materia di politica estera nei suoi rapporti internazionali e con l’Unione europea ha tuttavia previsto, fra le materie di competenza concorrente, il commercio estero e i rapporti internazionali ed europei delle Regioni. In particolare è stabilito che, nelle materie di esclusiva competenza delle Regioni, le stesse possano concludere accordi e intese con enti territoriali interni ad altri Stati nei casi e con le forme disciplinati dalle leggi italiane.

Negli anni questa previsione è stata oggetto di oggettive difficoltà interpretative. Le successive leggi applicative (l. 131/2003) non hanno risolto completamente l'intera problematica, la quale riguarda principalmente il coordinamento in sede internazionale fra amministrazioni centrali e territoriali. Un passo decisivo, seppur non risolutivo, è stato ottenuto con l’Intesa raggiunta nel dicembre 2008 in sede di Conferenza Stato-Regioni, la quale prevede regole pattizie per strutturare il dialogo e l’accordo operativo per accrescere l’incisività dell’azione internazionale del Paese.

Menu legale

©2013-2018 Scuola Nazionale dell'Amministrazione