Menu sinistro
Contenuto pagina

Concorso

Il sistema di reclutamento e formazione dei dipendenti pubblici è stato modificato dal D.P.R. 70 del 2013.

L'accesso alla qualifica di funzionario nelle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, e negli enti pubblici non economici avviene, in misura non superiore al 50% dei posti disponibili negli organici, tramite corso-concorso bandito dalla Scuola Nazionale dell’Amministrazione o dalle altre Scuole del sistema unico di reclutamento e formazione pubblica. Per la partecipazione al concorso di ammissione al corso-concorso da parte di non dipendenti pubblici è richiesto il possesso della laurea specialistica o magistrale oppure del diploma di laurea conseguito secondo l’ordinamento didattico previgente al D.M. 509/1999. I dipendenti pubblici sono ammessi a partecipare al concorso se in possesso almeno della laurea (triennale) e con un’esperienza di lavoro almeno triennale nella pubblica amministrazione. 

Per la partecipazione al concorso di ammissione al corso-concorso dirigenziale i candidati non dipendenti pubblici devono essere muniti, oltre della laurea specialistica o magistrale oppure del diploma di laurea conseguito secondo l’ordinamento didattico previgente al D.M. 509/1999, anche di dottorato di ricerca o di diploma di specializzazione o di master di secondo livello. I dipendenti pubblici sono ammessi a partecipare al concorso se in possesso di laurea specialistica o magistrale oppure di diploma di laurea conseguito secondo l’ordinamento didattico previgente al D.M. 509/1999, purché abbiano maturato un’esperienza di lavoro almeno di cinque anni nella pubblica amministrazione in posizioni funzionali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso della laurea (triennale).

Menu legale

©2013 Scuola Nazionale dell'Amministrazione